sábado, 29 de octubre de 2011

LE PARADOX


29/November/2012

You can read the article with pictures here.




La designer Leyre Valiente ci inizia con "Chimaera" ad un viaggio metaforico, che ripercorre, attraverso abiti scultura, la vita dell'essere umano; dai suoi primi istanti di vita come feto, fino alla complessità dell'età adulta.
La storia dell'uomo viene letta a partire da una purezza originaria che si corrompe con la crescita,  assimilando le continue modifiche a cui sottoponiamo il nostro essere alla Chimera, esemplare mitico che sintetizza con le sua genetica eterogenea e la sua unicità le caratteristiche pertinenti alla nostra specie. Tra il terribile mutante, fatto da brandelli di altri animali cuciti insieme, e l'uomo, s'instaura un rapporto dialettico; raccontato attraverso le textures dei capi, che legano insieme stringhe rigide e tessuti, come se fossero ossa, tendini e carne. Scudi di pelle plissettata, uniti da punti che ricordano cicatrici, nascondono entrambi gli animali, vergognosi della propria mostruosità che spesso si scatena violenta e immotivata. Ma la cattiveria viene accettata come elemento costitutivo, e le due creature s'innalzano con orgoglio rivelando la loro bellezza complicata, ambigua e irragiungibile; che si traduce nell'abito "San Giorgio e il Drago", il quale unisce la morbidezza della seta a dettagli armatura che imitano le ali di un drago. Leyre Valiente supera la dicotomia degli opposti, con una collezione eterea che raggiunge un perfetto ed armonico equilibrio.

Cecilia

The designer Leyre Valiente,  through her collection called "Chimaera", takes us to a metaphorical journey through the human life, from fetus to adulthoodThe human history is read starting from an original purity that is corrupted with the growth, assimilating our self-reeducation of the character to the Chimera, a unique mythical and genetically complex monster in which our relevant features are synthesized. Between the terrible mutant, made ​of shreds of other animals sewn together, and the man, a dialectical relationship is established; told through textures like veins, tendons and bones. Pleated leather shelds with stitching like scars, hide both animals, ashamed of the atrocity of some of their actions. But the evil is accepted as a constituent element, and the two creatures rise up proudly, revealing their ambiguous and unattainable beauty; which is translated into"St. George and the Dragon" dress, a constrast of the soft silk and the strengh of the brass armor parts that imitates the wings of the dragon. Leyre Valiente goes over the dichotomy of opposites, with an ethereal collection that achieves a perfect and harmonious balance. 







 

No hay comentarios:

Publicar un comentario